La reputazione della Cannabis ricreativa tra la maggior parte della società, include che essa induce una sensazione di sonnolenza (grazie alla componente psicoattiva THC). Sono state condotte molte ricerche in merito al CBD e ai suoi effetti sul sonno. I risultati ad oggi portano a dire che la reazione dipende principalmente dalla dose presa.

Come funziona il CBD?

Il CBD lavora attraverso il sistema endocannabinoide (ECS) del nostro corpo, che produce i propri cannabinoidi. L’ECS regola i processi interni al nostro corpo, come il nostro umore e l’appetito, così come la nostra percezione del dolore. Il CBD interagisce con l’ECS e i suoi recettori, mentre che i risultati della ricerca suggeriscono che l’olio di cannabis ha importanti effetti sul ciclo del sonno.

Come colpisce il sonno il CBD?

I problemi del sonno possono derivare da differenti fonti come ansietà, insonnia, dolore cronico o stress. Stiamo analizzando i differenti fattori e come il dosaggio dovrebbe variare, a seconda della ragione dei tuoi problemi di sonno.

Generalmente inferiori dosi di CBD possono essere energizzanti, ma possono anche ridurre l’ansietà. Se credi che i tuoi problemi di sonno siano causati dall’ansia o dallo stress, trovare la giusta dose di CBD per ridurre queste sensazioni potrebbe essere utile per il tuo sonno.

Inferiori dosi di CBD migliorano l’attenzione e riducono la sonnolenza diurna, che è un fattore importante per rafforzare il ciclo di sonno-veglia.

Se hai problemi a dormire perché soffri di dolore cronico, il CBD può avere un doppio effetto: principalmente, può alleviare alcuni dolori, il che può nuovamente migliorare il sonno e può direttamente aiutarti con il tuo schema di sonno.

Alcuni studi hanno mostrato che più alti dosi di CBD hanno effetti sedativi. Alte dosi di CBD potrebbero anche aiutare l’insonnia. I partecipanti di un studio hanno migliorato i loro schemi di sonno e hanno riportato di avere significativamente meno interruzioni di sonno. Ad alte dosi, tuttavia, i partecipanti hanno riportato di avere minori sogni.

Il dosaggio di CBD per un migliore sonno

Come dovresti già sapere, non c’è un dosaggio “corretto”; esso è differente da persona a persona. Il dosaggio che è corretto per te dipende da come il tuo corpo processa i cannabinoidi, dal tuo peso corporeo e da altri aspetti, come le malattie. Certamente esso dipende anche da in che forma tu stai assumendo CBD.

Noi raccomandiamo di usare olio di CBD perché può essere più facile da somministrare. Ma come si usa l’olio di CBD? Intanto dovresti sempre consultare il tuo dottore, o un dottore specializzato in trattamenti con cannabinoidi. Poi dovrai decidere l’olio di CBD e la quantità di cannabidiolo. Quando inizi ad utilizzare l’olio di cannabis, dovresti iniziare con un dosaggio più basso e monitorare la tua reazione e lo schema del sonno. Puoi successivamente regolare il dosaggio finché non avrai raggiunto gli effetti desiderati.

I benefici del CBD e i possibili effetti collaterali

Il CBD generalmente non provoca alcun effetto indesiderato negli adulti in salute. Gli effetti secondari conosciuti sono la secchezza della bocca, abbassamento della pressione sanguigna, movimenti più lenti, vertigini e sonnolenza (che è proprio ciò che vogliamo, quando si verificano problemi ad addormentarsi).

E’ anche possibile che il CBD interagisca con i farmaci, come farmaci sedativi e quelli che il fegato altera o abbatte. Deve essere utilizzata particolare attenzione anche durante la gravidanza e l’allattamento al seno. Ciò è perché dovresti sempre consultare un dottore, prima di utilizzare il CBD.

Hai qualche esperienza con il CBD nell’aiutare i tuoi problemi di sonno? Scrivici un’email: contact@info-cbd.com o contattaci su Facebook o Instagram.